"Lockdown delle feste": cosa sarà consentito e cosa no
01/04/2021

Cronaca

"Lockdown delle feste": cosa sarà consentito e cosa no


Tutta l'Italia diventa rossa nei giorni di Pasqua e Pasquetta (3, 4 e 5 aprile). 70mila uomini delle forze dell'ordine pronti a garantire i controlli su tutto il territorio nazionale. 

Ecco le regole da rispettare:
- Resta il coprifuoco già in vigore, dalle 22 alle 5, salvo per motivi di lavoro, salute o altre necessità urgenti;
- Non ci potranno essere spostamenti tra le regioni. Ci si potrà muovere dalla propria regione di residenza solo per i motivi suddetti;
- Consentito spostarsi verso le seconde case (anche se fuori regione) purché non siano già abitate, e solo con il proprio nucleo familiare. Le case dovranno essere di proprietà o affittate prima del 14 gennaio 2021;
- Si potrà partecipare alle messe, ma in chiese non lontane dalla propria abitazione, a ingresso contingentato, e nel rispetto di tutte le regole anti-Covid;
- Si potranno visitare amici e parenti domiciliati all'interno della stessa regione, ma una sola volta al giorno, tra le 5 e le 22, massimo in due (esclusi i minori di 14 anni);
- Bar e ristoranti chiusi ma asporto consentito fino alle 18 per i primi e fino alle 22 per i secondi. Nesun limite di orario per le consegne a domicilio;
- Chiusi parrucchieri e centri estetici. Aperti solo supermercati, farmacie e negozi di beni di prima necessità per la persona e la casa;
- Vietate tutte le attività sportive di gruppo e gli sport di contatto. Si potrà svolgere attività  motoria individuale solo nei pressi della propria abitazione;
- Ammessi i viaggi all'estero purché si rispettino le disposizioni sanitarie del paese di destinazione e a patto che, una volta rientrati in Italia, ci si sottoponga ad un primo tampone, quarantena di 5 giorni, e secondo tampone alla fine dell'isolamento.
  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store