Bankitalia, probabili frodi per 8 miliardi nel 'business delle mascherine'
25/06/2021

Cronaca

Bankitalia, probabili frodi per 8 miliardi nel 'business delle mascherine'


Durante il primo lockdown, nel marzo del 2020, tutti ricordiamo quanto fosse difficile (quasi impossibile) reperire sul mercato mascherine e disinfettanti.

Eppure c'è stato chi ha approfittato di questa situazione per importare e vendere materiale sanitario contraffatte e dpi ai cittadini e al sistema sanitario a prezzi indicibili. 

A denunciare il "business della pandemia" è stata la Banca d'Italia, constatando una frode del valore di circa 8 miliardi di euro. 

Secondo le indagini, al business illecito avrebbero partecipato anche diverse persone politicamente esposte. Alla compravendita illegale dei materiali, infatti, in una seconda fase si sarebbe poi aggiunta l'erogazione e l'utilizzo incongruo di finanziamenti pubblici a fondo perduto. 

Secondo Bankitalia: "Le attività criminali innescate dalla pandemia non si esauriranno con il riassorbimento dell'emergenza sanitaria ma, se non adeguatamente fronteggiate, continueranno a gravare sul nostro futuro, trovando ulteriori importanti opportunità anche nei nuovi interventi pubblici" - in conclusione. 
  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store