Caso Giulio Regeni, giovedì il via al processo
13/10/2021

Cronaca

Caso Giulio Regeni, giovedì il via al processo

views
63

Avrà luogo domani, 14 ottobre, nell’aula bunker di Rebibbia, la prima udienza del processo per l’omicidio di Giulio Regeni, il ricercatore friulano torturato e ucciso a Il Cairo nel 2016.

La prima questione da affrontare sarà quella dell'irreperibilità e la mancata notifica ai quattro agenti segreti egiziani imputati, dei quali le autorità egiziane non hanno mai fornito gli indirizzi utili a dare notizia degli atti del processo.
Gli imputati Tariq Sabir, Athar Kamel Mohamed Ibrahim e Uhsam Helmi sono accusati di sequestro di persona, mentre Magdi Ibrahim Abdelal Sharif, oltre all’accusa di sequestro deve rispondere di lesioni e concorso in omicidio.

In aula ci saranno anche i genitori di Giulio, Paola e Claudio Regeni, che da ormai quasi sei anni si battono perché venga fatta chiarezza sulla morte del figlio.

Secondo quanto ricostruito dalla procura di Roma, nelle settimane precedenti il rapimento, Giulio Regeni era controllato dalla polizia e i servizi segreti locali. Dai tabulati telefonici, infatti, sono emersi numerosi contatti telefonici tra gli agenti che si erano occupati di tenere sotto controllo il ricercatore.
L’ipotesi formulata dalla procura di Roma, dunque, è quella che Giulio sia stato torturato e ucciso dopo esser stato segnalato come spia alla National Security dal sindacalista degli ambulanti, Mohammed Abdallah, con il quale il ragazzo era entrato in contatto per i suoi studi. 

 

 

 

  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store