Covid, Draghi: che si vaccinino tutti gli anziani prima di una possibile riapertura
09/04/2021

Cronaca

Covid, Draghi: che si vaccinino tutti gli anziani prima di una possibile riapertura


In conferenza stampa Mario Draghi ha dichiarato che "E' arrivato il momento di prendere decisioni sulle fasce di età per le vaccinazioni". La questione è fondamentale affinché si parli di riapertura. 

Secondo il piano del premier, dunque, prima riusciremo a ridurre il tasso di mortalità nelle persone più a rischio come gli anziani, prima potremo riaprire in tutta tranquillità. Ma non si è ancora in grado di stabilire una data. 

Sulla campagna vaccinale, invece, si è limitato a dare la sua priena fiducia al commissario per l'emergenza Covid-19 Figliuolo che, ha dichiarato, sta facendo un ottimo lavoro. Nonostante alcuni ritardi nelle consegne dei vaccini, come nel caso del Lazio, si dice soddisfatto della collaborazione tra Stato e Regioni, e sicuro che l'obiettivo delle 500mila dosi giornaliare venga rispettato.

I sieri a disposizione sono comunque sufficienti a vaccinare tutti gli over 80 e parte degli over 75 entro la fine del mese di aprile, ha messo in evidenza il premier. Tuttavia, il vaccino andrà ripetuto negli anni futuri per contrastare le numerose varianti.

Il ministro del Turismo Massimo Garavaglia ha indicato il prossimo 2 giugno come data di partenza della stagione turistica, ma Draghi spera che questa possa iniziare anche prima. Tutti i turisti saranno accolti previa esibizione del certificato vaccinale.

Il 30 aprile è la data fissata per la scadenza del decreto attualmente in vigore, dopodiché si parlerà di zone gialle e riaperture. Ma se i dati epidemiologici daranno risultati positivi, ha dichiarato il capo del Governo, si potrà riorganizzare il Paese anche prima di qulla data. E' chiaro che per le Regioni che sono più avanti con la campagna vaccinale sarà più facile riaprire.

Ha, infine, ribadito l'importanza di vaccinare le fasce di età maggiori perché si tratta dei soggetti più a rischio. Con quale coscienza, ha aggiunto, giovani under 35 o figure come gli psicologi (considerati anch'essi operatori sanitari) saltano le liste privando i più anziani del vaccino?

Sulla questione 'AstraZeneca' Draghi ha ceduto la parola al coordinatore del Cts Franco Locatelli, il quale ha ribadito la sicurezza del vaccino anglosvedese - soprattutto per gli over 60 - e che gli effetti collaterali gravi come le trombosi sono straordinariamente rari.
  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store