Funivia Stresa-Mottarone, il capo servizio: "E' tutta colpa mia"
28/05/2021

Cronaca

Funivia Stresa-Mottarone, il capo servizio: "E' tutta colpa mia"


Il capo servizio della funivia, Gabriele Tadini di 64 anni, era impiegato nella società di gestione dell'impianto da 40 anni. Ora si trova in isolamento in una cella di massima sicurezza nel carcere di Verbania. 

Durante l'interrogatorio ha spiegato che la funivia funzionava a singhiozzo, che i freni avevano problemi, che gli interventi di manutenzione fatti non li avevano risolti, e che occorreva altra manutenzione. I freni erano stati scollegati per permettere all'impianto di camminare, ma le condizioni dei cavi erano buone.

"Mai avremmo potuto immaginare che la cima traente si spezzasse. Quello che è successo è un incidente che non capita neppure una volta su un milione" - ha affermato Tadini.

L'uomo, che ha ammesso dunque di aver manomesso il freno di emergenza con il "forchettone", ha dichiarato: "Mi sento un peso enorme sulla coscienza. Prego e faccio i conti con me stesso e faccio i conti con Dio". 
  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store