L'imprenditore Marco Zennaro in carcere in Sudan, interviene la Farnesina
29/05/2021

Cronaca

L'imprenditore Marco Zennaro in carcere in Sudan, interviene la Farnesina


Marco Zennero, imprenditore veneto di 46 anni, a marzo era andato in Sudan per risolvere un problema contrattuale (relativo a una fornitura di trasformatori elettrici) con la controparte commerciale del posto.

Una volta giunto a Karthoum, però, gli è stata notificata una denuncia per frode, gli hanno ritirato il passaporto ed è stato piantonato in albergo per due settimane. La faccenda sembrava essersi conclusa con il pagamento di un risarcimento di 400 mila euro ma, quando Zennero stava per rientrare in Italia ad aprile, è stato nuovamente fermato e arrestato, senza una spiegazione ancora oggi. 

Marco Zennero aveva venduto a una società sudanese dei trasformatori elettrici tramite un intermediario, Ayman Gallabi. Tuttavia, dopo la fornitura questi aveva lamentato il fatto che i trasformatori non fossero a norma di legge. Allora l'imprenditore veneto si era recato in Sudan e, a seguito della denuncia, aveva deciso di pagare i 400 mila euro per farla ritirare, nonostante avesse verificato che dai test effettuati i suoi trasformatori risultavano in regola. 

Dopo il successivo arresto, però, si è scoperto che il vero acquirente era Abdallah Ahamed, un uomo del vicepresidente del Consiglio militare di transizione, il generale Dagalo. Pare che Ahamed abbia chiesto altri 700 mila euro di risarcimento per i trasformatori considerati non idonei. Ad aggiungere mistero a questa vicenda il ritrovamento nel Nilo del cadavere dell'intermediario Gallabi. 

Nonostante il procuratore generale di Karthum abbia disposto la liberazione di Zennero, in quanto Ahamed non può accusarlo di frode non avendo mai avuto con lui un rapporto commerciale diretto, l'imprenditore resta in carcere. Il Paese è infatti ancora in mano alle milizie, dopo il colpo di stato del 2019, e diventa complicato far valere i propri diritti. 

Dall'italia molti politici si stanno muovendo per la liberazione di Zennero. Intanto lunedì prossimo il direttore generale per gli italiani all'estero e le politiche migratorie della Farnesina, Luigi Vignali, sarà in Sudan per discutere della liberazione del nostro connazionale.
  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store