Primo maggio: assalto a mete turistiche e culturali
01/05/2021

Cronaca

Primo maggio: assalto a mete turistiche e culturali


Un ritorno alla libertà quello dei 47 milioni di italiani, nelle Regioni gialle, che finalmente potranno mangiare fuori, andare al cinema o ai musei, o anche fare una gita fuori porta. Sollievo economico anche per i ristoratori. 

Possibili anche gli spostamenti tra le Regioni di colore diverso, purché si disponga del green pass.

Boom di prenotazioni negli agriturismi per il weekend del Primo maggio e litorali affollati, anche se per l'apertura ufficiale della stagione balneare bisognerà aspettare la metà del mese. 

Presvisto anche il ritorno delle manifestazioni organizzate per la festa dei lavoratori, come anche il Concerto che si terrà nella capitale, tuttavia senza la presenza del pubblico.

Riaperti i siti archeologici e i musei di quasi tutto il Pese, come il Parco di Pompei e le Terme di Caracalla a Roma.

Tuttavia, nel weekend, saranno rafforzati i controlli delle forze dell'ordine su strade, autostrade e nei principali luoghi di potenziali assembramenti. 

Maggiore libertà sì, ma pur sempre appellandosi al senso di responsabilità di tutti.

Ricordiamo, infatti, che proprio ieri 30 aprile l'indice di contagiosità Rt è salito da 0,81 a 0,85. Si tratta dell'aumento più significativo delle ultime settimane.

  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store