Scuola, ecco il Protocollo per il ritorno in presenza
13/08/2021

Cronaca

Scuola, ecco il Protocollo per il ritorno in presenza


In vista della ripresa in presenza del prossimo anno scolastico, i punti chiave del Protocollo sicurezza prevedono una distanza interpersonale di almeno un metro e di due metri tra i banchi e la cattedra del docente, che si garantisca un buon ricambio d'aria e l’utilizzo di mascherine chirurgiche, obbligatorie dai sei anni in su. Sono ancora da chiarire invece le questioni relative al green pass, alle vaccinazioni e ai trasporti per arrivare a scuola.

Inoltre, sarà la scuola a fornire le mascherine mentre non ci sarà l'obbligo di misurare la temperatura all'ingresso. Ci sarà comunque una maggiore flessibilità del distanziamento nelle aule. Il metro di distanza tra un alunno e l'altro e i due metri dalla cattedra, infatti, è solo una raccomandazione. Tuttavia, laddove le condizioni strutturali-logistiche degli edifici scolastici, legate anche alla disponibilità di risorse umane, non consentano il distanziamento di sicurezza interpersonale, resta necessario mantenere le altre misure di prevenzione. E’ quanto precisato nel testo del Protocollo, nel quale si legge anche che nelle aule è opportuno tenere aperte leggermente una o più ante delle finestre e/o di eventuali balconi e la porta dell'aula in modo intermittente o continuo. La misura raggiunge la massima efficienza se finestre, balconi e porte si trovano su entrambi i lati dell'aula, e dovrà essere adottata anche con meteo avverso.

Infine, il governo ha stabilito l’obbligo di green pass. Più precisamente, il mancato rispetto del requisito sarà considerato assenza ingiustificata e il rapporto di lavoro verrà sospeso a decorrere dal quinto giorno di assenza, con sospensione anche dello stipendio. Tuttavia, le organizzazioni sindacali non hanno apposto la firma al documento e nelle prossime settimane si cercherà un'intesa.

  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store