Stabilimenti balneari: il 29% sono irregolari. Chiuse 21 strutture
04/08/2021

Cronaca

Stabilimenti balneari: il 29% sono irregolari. Chiuse 21 strutture


Con l'inizio della stagione turistica, i Nas in collaborazione con il ministero della Salute, hanno realizzato una campagna di controlli negli stabilimenti balneari con relativi esercizi di ristorazione, nelle aree costiere del territorio nazionale, eseguendo complessivamente 886 controlli.

I controlli miravano in particolare a verificare l'attuazione delle misure anti-Covid, come il corretto distanziamento degli ombrelloni, l'uso delle mascherine, la presenza di dispositivi per la disinfezione delle mani e i sistemi per la rilevazione della temperatura corporea.

In molti casi, inoltre, sono stati scoperti alimenti in cattivo stato di conservazione, scaduti, privi di qualsiasi indicazione per stabilirne le origini e la tracciabilità o sottoposti a procedure di congelamento scorrette.

In tutto sono state 258 le situazioni di irregolarità, ossia il 29% degli esercizi ispezionati. 21 strutture sono state chiuse e sono stati sequestrati oltre 1,3 tonnellate di prodotti alimentari e materie prime.

Sono state emesse poi sanzioni per un valore di oltre 200 mila euro, e che hanno riguardato numerosi episodi di inosservanza alla normativa per il contenimento dei contagi, come la mancanza di pulizia e sanificazione.
  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store