Suicidio Orlando Merenda, al vaglio l'ipotesi della prostituzione minorile
09/07/2021

Cronaca

Suicidio Orlando Merenda, al vaglio l'ipotesi della prostituzione minorile

views
95
Orlando Merenda, un 18enne di Torino, si è suicidato lo scorso 20 giugno gettandosi sotto a un treno tra le stazioni di Lingotto e Moncalieri.

Dopo aver esaminato i profili social del ragazzo, erano emersi alcuni messaggi omofobi, scritti anche dopo la sua morte. Messaggi che avevano portato gli inquirenti a pensare che Orlando fosse vittima di bullismo, e che quell'odio nei suoi confronti fosse stato il motivo del suicidio. 

Tuttavia, pare che il ragazzo non si sarebbe tolto la vita perché vittima di bullismo a sfondo omofobo. Dopo aver ascoltato le testimonianze di amici e docenti, infatti, gli inquirenti stanno valutando la possibilità che il giovane facesse parte di un giro di prostituzione, già prima di diventare maggiorenne, dal quale probabilmente non riusciva ad uscire. 

Il papà del ragazzo, inoltre, ha raccontato di aver avuto un confronto con il figlio poco prima di morire, durante il quale Orlando gli aveva detto di aver paura di alcune persone. "Era stato minacciato, ma non aveva voluto dirmi altro, forse per non farmi preoccupare. Gli avevo proposto di affrontarli insieme, ma lui minimizzava. Sembrava tranquillo" - racconta.

Anche la madre ha raccontato di uno sfogo che il figlio aveva avuto con lei: "Mi diceva 'sento una pressione sul petto', ma non capivo se fosse psicologica o meno". 


  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store