Usa, la vicepresidente Kamala Harris ai migranti: “Se venite negli Stati Uniti sarete respinti”
09/06/2021

Cronaca

Usa, la vicepresidente Kamala Harris ai migranti: “Se venite negli Stati Uniti sarete respinti”


Durante il suo primo viaggio all'estero, in Guatemala e Messico, la vicepresidente americana Kamala Harris è stata molto chiara con i migranti centroamericani.

Ha infatti dichiarato: "Non venite negli Stati Uniti, noi continueremo ad applicare le nostre leggi e a difendere i nostri confini. Se venite sarete respinti".

Queste parole hanno messo la prima vicepresidente donna in una posizione difficile, soprattutto dal momento che Joe Biden aveva promesso di adottare una politica migratoria "più umana" rispetto a quella dell'ex presidente Trump.

Molte le critiche arrivate da tutto il mondo. Prima fra tutti la democratica Alexandria Ocasio-Cortez che ha scritto su Twitter: "Primo, cercare asilo in qualsiasi punto del confine è un metodo legale di arrivonal 100%. Secondo, gli Stati Uniti hanno speso decenni contribuendo al cambio di regimi e a destabilizzare l'America Latina. Non possiamo incendiare la casa di qualcuno e poi incolparlo perché fugge". 

Anche dall'Italia Giorgia Meloni ha lanciato una provocazione: "La vicepresidente americana e idolo della sinistra Kamala Harris ora parla come Trump e, rivolgendosi ai migranti che vorrebbero entrare negli Stati Uniti, dice chiaramente che l'immigrazione illegale sarà contrastata. Così come fa qualsiasi nazione al mondo, tranne l'Italia ostaggio della sinistra immigrazionista. Che dite, sentiremo il solito grido sdegnato di politici, giornalisti e intellettualoni nostrani o questa volta faranno finta di niente?". 

In realtà, il messaggio che ha voluto mandare la Harris non è altro che lo stesso pronunciato dal presidente Biden a metà marzo: "Non venite. Non lasciate le vostre città, le vostre comunità, gli aiuti stanno arrivando".

La vicepresidente ha poi chiarito: "Dobbiamo dare un senso di speranza che gli aiuti sono in arrivo, che c'è un motivo per essere fiduciosi nel loro futuro e in quello dei loro figli" spiegando come Stati Uniti e Centro America debbano lavorare insieme per trovare una soluzione al problema delle immigrazioni. 

Intanto Joe Biden ha chiestonlo stanziamento di 4 miliardi di dollari per aiutare il Centro America a creare sviluppo e lavoro. Tuttavia, il Congresso non ha ancora approvato neanche il primo investimento di 861 milioni.

Un altro problema, causa dei flussi migratori, sono le tensioni esistenti con i presidenti di Honduras, El Salvador e Nicaragua.

  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store