Variante Delta, quattro Regioni a rischio zona gialla
31/07/2021

Cronaca

Variante Delta, quattro Regioni a rischio zona gialla


Il monitoraggio settimanale dell’Iss mette il Paese in allerta, con 20 Regioni classificate a rischio moderato, tutte tranne il Molise, un indice Rt salito a quota 1,57 e l'incidenza dei casi che sale a 58 ogni 100mila abitanti. Parametri che, insieme al tasso di ospedalizzazione, determinano il cambio di colore delle Regioni.

I parametri per restare in zona bianca fissano la soglia massima di occupazione dei posti letto nelle terapie intensive al 10% e quella dei ricoveri ordinari al 15%.

Ad avvicinarsi a queste percentuali, anche se lentamente, sono Sicilia, Calabria e Campania, che hanno un tasso di occupazione nei reparti ordinari rispettivamente dell'8%, del 6,6%, e del 4,9%. Mentre Sicilia, Sardegna e Lazio hanno un valore di occupazione delle terapie intensive rispettivamente del 4,7%, del 4,2% e del 3,7%.

Per quanto riguarda l'incidenza, invece, Sardegna, Toscana e Lazio raggiungono rispettivamente 136, 94 e 87 casi ogni 100mila abitanti. Questo vuol dire che con simili dati e i vecchi parametri sarebbero già finite in zona gialla.

L'obiettivo comune è quello di evitare chiusure nelle Regioni almeno in estate, avendo a disposizione l'arma delle vaccinazioni. Tuttavia, sono più di 2 milioni gli over 60 non ancora vaccinati. Complessivamente sono state somministrate 67.755.390 dosi, 3.633.280 in più rispetto alla settimana precedente. La media giornaliera di somministrazioni nell'ultima settimana, dunque, ha superato le 500mila.

 

  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store