Variante indiana: falsi tamponi per arrivare in Italia
01/05/2021

Cronaca

Variante indiana: falsi tamponi per arrivare in Italia


Nell'ultimo volo proveniente dal subcontinente indiano e atterrato all'aeroporto di Fiumicino, 9 passeggeri su 100 sono risultati positivi alla nuova variante del coronavirus, nonostante avessero esibito i referti con esito negativo dei tamponi effettuati prima di partire.

Si è trattato di un errore nell'analisi del test, penserete. Ebbene no. I passeggeri in questione avevano acquistato un certificato falso prima di partire, per soli 30 dollari. 

Con questa vera e propria truffa organizzata, dunque, è stato possibile aggirare il divieto di imbarco se non si è in possesso di un certificato di tampone negativo effettuato entro 48 ore dalla partenza.

L'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, ha dichiarato che non basta affidarsi al buon senso dei cittadini che rientrano dall'Asia di mettersi autonomamente in isolamento per 14 giorni. Bisogna recuperare le liste dei passeggeri provenienti da India, Bangladesh e Sri Lanka e inviarle alle varie Asl per sottoporre tutti a quarantena obbligatoria. 

Se non si procederà in questo modo, infatti, il rischio sarà quello di ritrovarsi come la scorsa estate, con centinaia di persone malate provenienti dall'Asia che hanno poi innescato diversi focolai nel Paese.

  • Inviaci un messaggio tramite Whatsapp
  • Scarica l'App Radio Amore Google Play Store Apple Store